Andare al lavoro in bici dimezza rischio di cancro e malattie cardiache

Andare al lavoro in bici è un’abitudine salutare che può dimezzare il rischio di cancro e malattie cardiache. A rivelarlo è stato un recente studio condotto dai ricercatori della University of Glasgow, pubblicato sulla rivista scientifica British Medical Journal.

La ricerca porta la firma del dottor Jason Gill dell’Institute of Cardiovascular and Medical Sciences. I ricercatori hanno analizzato i dati sanitari dell’archivio UK Biobank, relativi a 264.337 persone seguite per 5 anni. Ai partecipanti è stato chiesto con quale mezzo si recassero al lavoro. Queste informazioni successivamente sono state incrociate con l’insorgenza di cancro, malattie cardiache e con i dati sulla morte prematura.

Dallo studio è emerso che chi va al lavoro in bici corre un rischio di sviluppare il cancro inferiore del 45% rispetto a un collega sedentario. Anche le probabilità di ammalarsi di malattie cardiache sono nettamente inferiori: ben il 46% in meno. Il rischio di morte precoce complessivamente è più basso del 41%.

Anche andare al lavoro a piedi fa bene

Anche andare al lavoro a piedi fa bene alla salute. In questo caso però i benefici sono stati riscontrati solo sulla salute cardiovascolare. Per tumori e morte prematura non sono state individuate riduzioni del rischio significative. Chi si reca in ufficio a piedi corre un rischio del 27% inferiore di ammalarsi di malattie cardiovascolari. Il rischio di morire di patologie cardiovascolari è più basso del 36%. I benefici osservati nei pendolari che vanno al lavoro a piedi sono inferiori a quelli osservati nei ciclisti, perché questi ultimi svolgono un’attività fisica più intensa e coprono distanze maggiori.

Meno morti premature con più bici sulle strade

Secondo i ricercatori le autorità sanitarie, i datori di lavoro e le amministrazioni cittadine dovrebbero promuovere politiche per favorire l’uso della bici nel percorso casa-lavoro. Una misura economica per migliorare la salute dei lavoratori, diminuire il numero di morti premature e ridurre la spesa sanitaria.

Per incoraggiare l’uso della bici occorrerebbe realizzare più piste ciclabili, aumentare la sicurezza sulle strade per i ciclisti; erogare incentivi ai pendolari che usano la bici su modello francese; potenziare l’integrazione tra bici e mezzi pubblici.

Foto: Pixabay

Commenti

commenti

L'autrice

Reply

Cosa ne pensi?