Come mantenere un cuore sano? Ce lo insegnano gli Tsimane!

Come mantenere un cuore sano? Che stile di vita bisogna adottare? La risposta a queste domande, oggi, potrebbe essere: prendi esempio dagli Tsimane! Possiamo affermarlo perché un gruppo di ricercatori ha condotto uno studio su questa popolazione che originaria delle foreste della Bolivia. Vivono perlopiù di caccia, agricoltura e pesca, attività che si concentrano attorno al fiume Maniqui, nella foresta pluviale della pianura boliviana.
Gli studiosi hanno scoperto che i loro sono tra i cuori più sani al mondo. Uno Tsimane difficilmente ha problemi alle arterie, anche in età avanzata. La dieta e lo stile di vita di questa popolazione hanno indubbiamente qualcosa da insegnare a tutti noi.

Come vivono e cosa mangiano gli Tsimane?

La popolazione boliviana si nutre per il 17% di maiale selvatico, formichiere e capibara. Carni che per noi sono strane e dal sapore sconosciuto. Il 7% della dieta è poi composto da pesci freschi, compresi – attenzione – piranha e pesce gatto. Il resto della dieta si suddivide tra riso, granoturco, manioca e una varietà di banano. Infine, si cibano anche di frutta e noccioline.
Gli esperti hanno notato che il 72% del fabbisogno degli Tsimane proviene da carboidrati (negli Stati Uniti è del 52%). Il 14% proviene da grassi, mentre negli Stati Uniti si arriva al 34%. Per quanto riguarda le proteine, invece, gli Tsimane arrivano ad un 14% rispetto alla dieta totale, a pari merito con gli americani. Se non fosse, però, che gli Tsimane assumono molta più carne magra.
Gli Tsimane praticano regolarmente attività fisica. Anche le persone che superano i 60 anni. Gregory Thomas, uno degli autori dello studio, sottolinea che questa incredibile popolazione arriva ad un notevole esercizio fisico quotidiano.

Come mantenere un cuore sano come quello degli Tsimane?

L’esempio degli Tsimane, quindi, ci può dare degli spunti su come mantenere un cuore sano. Per valutare la salute del cuore di queste persone, i ricercatori hanno fatto dei controlli sul livello di calcio coronarico (CAC). Un valore alto di calcio coronarico è indice di potenziali malattie cardiache.
I ricercatori hanno esaminato i cuori di 705 persone: all’età di 45 anni quasi nessuno Tsimane presentava la calcificazione delle coronarie, contro il 25% della popolazione americana. A 75 anni circa due terzi degli Tsimane ha il cuore sano, mentre l’80% degli americani presenta segni di CAC. Lo studio è stato condotto per un periodo di tempo molto prolungato.
Cosa possiamo imparare noi tutti dall’esempio di questa popolazione? Come mantenere un cuore sano come quello degli Tsimane? Innanzitutto cominciando a concepire l’esercizio fisico come parte integrante della vita quotidiana, non solo come un qualcosa da fare due tre volte alla settimana. Ricordiamo anche che gli Tsimane vivono in contesti molto sociali e comunitari e traggono il 72% della loro energia dai carboidrati. Questo dato va a scardinare il mito per cui i carboidrati sono nemici della dieta e della salute, e la dice lunga sul fatto che bisogna informarsi sulle sostanze che fanno bene al cuore.
Esercizio fisico, pochi grassi saturi e prodotti lavorati il meno possibile: ecco come mantenere un cuore sano come quello degli Tsimane.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autrice

Reply

Cosa ne pensi?