Cani e bambini, intelligenza sociale in comune!

Cos’hanno in comune cani e bambini di due anni? No, non è un indovinello! Le analogie ci sono, e si misurano sul campo dell’intelligenza sociale!
Il direttore dell’Arizona Canine Cognition Center (Università dell’Arizona) si è circondato di un valido team di collaboratori. Con loro ha studiato il comportamento di bambini e amici a quattro zampe. La scoperta è stata del tutto inaspettata: se si parla di capacità sociali, i cani battono gli scimpanzè, contro ogni aspettativa. A questo punto la domanda sorge spontanea: non è che quindi grazie a questa scoperta possiamo capire qualcosa in più sull’evoluzione umana?
I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Animal Behaviour.

Cani, bambini e scimpanzé a confronto

Il gruppo di ricercatori ha osservato da vicino il comportamento di bambini, cani e scimpanzé, sulla base di diverse abilità cognitive. L’esperimento ha coinvolto 552 cani di specie diverse, che dovevano trovare un oggetto nascosto grazie ad un suggerimento non verbale. Lo stesso esperimento è stato fatto con bimbi e scimpanzé.

Dal confronto dei dati è emerso che gli scimpanzé rendevano bene nei test che implicavano fattori fisici e di percezione dello spazio. Non erano in grado però di seguire con gli occhi un dito che si muove. O lo sguardo di un essere umano.
Al contrario di cani e bambini, che hanno surclassato gli scimpanzé sul piano dell’intelligenza sociale, presentando dei tratti in comune. Gli scienziati parlano di pattern comportamentali.

Studiare cani e bambini per capire cosa differenzia la psicologia umana

Lo studio americano si va ad inserire all’interno di un filone di ricerche che ha costellato tutto l’ultimo decennio. Si tratta di studi che vogliono individuare le caratteristiche che differenziano la psicologia umana da quella delle altre specie. I ricercatori spiegano che le primissime basi di comunicazione sociale cominciano a svilupparsi dai 9 mesi in poi. Questo è il primo fattore che differenzia gli umani dalle altre specie.

Ci sono alcuni pattern sociali che, a quanto pare, si troverebbero anche nei cani. Forse perché, ipotizzano gli esperti, le due specie sono sopravvissute grazie alla collaborazione con i propri simili. Resta da capire se questa somiglianza tra bambini e cani è solo superficiale, o se invece è possibile individuare un vero e proprio tratto distintivo comune.
Quest’ultima scoperta su bambini e cani potrebbe aiutare a capire meglio anche l’autismo e altre forme di disabilità derivate da deficit di intelligenza sociale.

Foto: via Unsplash

Commenti

commenti

L'autrice

Nessuna risposta

Reply

Cosa ne pensi?