Visite fiscali, arriva il decreto Madia a portare un po’ d’ordine

Il regolamento che sta alla base delle visite fiscali cambierà a partire dal 2017. E’ stato deciso, infatti, che da quest’anno ci sarà un unico centro di riferimento per la medicina fiscale, che sarà sotto l’egida dell’Inps. Sarà proprio quest’ultimo ad occuparsi delle visite ai dipendenti sia privati che statali. Fino ad ora, invece, le visite fiscali per i dipendenti pubblici erano gestite dalle Asl.
A stabilire ciò è il nuovo decreto Madia, delega della legge 124/2015 per il riassetto delle pubbliche amministrazioni. Il decreto è volto a migliorare tutta l’organizzazione delle visite di accertamento della malattia. La supervisione dell’Inps sarà garanzia di efficacia e serietà.
Ai 1.300 medici iscritti alle liste speciali verrà comunque garantita la continuità professionale. I medici fiscali potranno fare accertamenti ripetuti. Verrà poi modificato e riordinato il quadro delle fasce orarie in cui i pazienti devono essere reperibili.

Visite fiscali sotto la guida dell’Inps

Il decreto Madia diventerà attivo verso la metà di febbraio. Tra le novità più consistenti c’è il passaggio di testimone per quanto riguarda le visite fiscali ai dipendenti pubblici. Evidentemente la gestione da parte delle Asl non è stata del tutto ottimale, tanto che tutte le risorse e competenze legate alla medicina fiscale passeranno sotto la sfera dell’Inps. Un’altra modifica importante riguarderà la frequenza delle visite di accertamento della malattia, che potranno essere ripetute più di una volta.

Un maggiore controllo anche sulle fasce orarie di reperibilità

Sono previste delle novità anche per quanto riguarda le fasce orarie in cui i pazienti devono essere reperibili per la visita del medico fiscale. Fino ad oggi il dipendente pubblico doveva dare una disponibilità di 4 ore al giorno, mentre lo statale di 7 ore. Con il nuovo decreto si mira ad armonizzare queste fasce di reperibilità.
Come abbiamo visto, il decreto Madia giunge a portare un po’ di ordine e rigore nel mondo delle visite fiscali. Le autorità stanno discutendo anche in materia di preavvisi per i permessi che i lavoratori hanno a disposizione.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autrice