Mangi troppo cibo spazzatura? Scoprilo con il nuovo test delle urine!

Cibo spazzatura, il nemico di tutte le diete! Quante volte abbiamo cominciato la settimana in nome del buon proposito di iniziare la dieta e “fare i bravi”! Ma poi, tra un aperitivo sfizioso e una cena in compagnia, abbiamo trasgredito cedendo ai piaceri della tavola.
L’Imperial College di Londra sta sperimentando un nuovo test delle urine che mette a nudo le abitudini alimentari di tutti noi. Nessuna scusa, insomma, bisogna fare i bravi! Sennò sarà il test delle urine a sbugiardarci, impedendoci di mentire a noi stessi e al nutrizionista.
I risultati delle sperimentazioni del college londinese sono stati pubblicati su The Lancet, magazine dedicato a endocrinologia e diabete.

Il test delle urine che svela cosa mangiamo

In molti hanno delle abitudini alimentari discutibili, complice la poca conoscenza dei reali valori nutrizionali dei cibi. Per mangiare in modo sano non basta una dieta fai da te, basata su leggende metropolitane. Ci vuole informazione e consapevolezza.
Il nuovo test delle urine sperimentato dal team londinese non lascia scampo: restituisce un quadro fedele di ciò che si mangia. Eventuali “sgarri” e strappi alla regola emergono subito!
Nell’arco di 5 minuti questo test riuscirebbe a quantificare i grassi , le proteine, le fibre e gli zuccheri assunti. Lo stesso vale per frutta, verduracarne, pesce e uova.

I ricercatori si dicono molto fiduciosi riguardo l’attendibilità del test: dopo aver raccolto ed esaminato le urine dei volontari, hanno confrontato i risultati ottenuti con quelli di altre ricerche svolte su un campione di 300 persone.

Cibo sano, cibo spazzatura: l’esperimento su 19 volontari

Il team di esperti ha sottoposto a diete diverse 19 soggetti offertisi come volontari. L’esperimento è durato tre giorni. I pazienti hanno seguito sia diete sane che diete con cibo spazzatura. Sono stati presi come punto di riferimento i parametri stabiliti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Isabel Garcia-Perez, coordinatrice dello studio, ha affermato che questo nuovo test verrà ulteriormente perfezionato. L’obiettivo del progetto è quello di offrire un test delle urine estremamente specifico, in grado di fornire più dettagli possibile. In questo modo le persone avranno uno strumento in più per monitorare la qualità della loro dieta. Naturalmente non si esclude che ci possa essere un grado di fallibilità del test, data la complessità delle dinamiche legate all’alimentazione umana.

Gli studiosi inglesi sostengono che, indicativamente fra un paio di anni, il test delle urine sarà disponibile per tutti. Chi ne farà uso dovrà portare il campione di urine presso un laboratorio che provvederà ad analizzarle.

Foto: via Pexels

Commenti

commenti

L'autrice