Integratori multivitaminici in gravidanza rendono bimbi più intelligenti

L’assunzione di integratori multivitaminici in gravidanza rende i bimbi più intelligenti. A sostenerlo è un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università di Harvard in collaborazione con gli scienziati dell’Università della California e dell’Università di Lancaster. La ricerca, pubblicata sulla rivista The Lancet Global Health, ha scoperto diversi benefici dell’assunzione di vitamine in gravidanza.

Gli integratori vitaminici hanno potenziato la memoria procedurale dei bambini, nota anche come memoria implicita. La memoria procedurale consente di ricordare come si usano gli oggetti e come svolgere alcune azioni. Grazie alle vitamine i bambini hanno ottenuto gli stessi progressi garantiti da sei mesi di istruzione.

Lo studio ha inoltre scoperto che i bambini nati da madre anemiche che avevano assunto integratori riportavano progressi pari a un anno di scolarizzazione e un quoziente intellettivo (QI) più alto. La “ricetta” per bambini più intelligenti non si limita all’assunzione di vitamine.

Integratori multivitaminici e mamme serene per bimbi più intelligenti

mamme serene bimbi intelligentiTra gli altri ingredienti che promuovono le capacità intellettive dei bambini figura un maggiore attaccamento della madre al bambino nei primi mesi di vita. Inoltre mamme felici e colte tendono a mettere al mondo e a crescere bambini più intelligenti. I fattori ambientali e il benessere materno ed economico contano più dei fattori biologici per lo sviluppo delle capacità intellettive. Secondo gli esperti hanno un peso maggiore persino rispetto a fattori pure importanti, come il parto prematuro e il peso alla nascita.

I ricercatori hanno tratto queste conclusioni esaminando un campione di 3 mila bambini di età compresa tra i 9 e i 12 anni. Le madri anni erano state coinvolte in uno studio condotto tra il 2011 e il 2004 sull’utilità delle vitamine in gravidanza. Alla metà delle partecipanti erano stati somministrati degli integratori multivitaminici contenenti acido folico, riboflavina, niacina e le vitamine B12, C e D. L’altro gruppo ha assunto solo integratori di ferro e di acido folico. I bambini nati dalle madri che avevano assunto multivitaminici in gravidanza avevano capacità motorie più sviluppate. Progressi non registrati nei figli delle donne che avevano assunto solo ferro folina.

Non si tratta del primo studio che evidenzia i benefici delle vitamine per l’intelligenza dei bambini. Una ricerca realizzata in Finlandia dai ricercatori della University of Eastern Finland, pubblicata nel settembre del 2016, ha dimostrato i benefici di una dieta equilibrata e bilanciata nei nutrienti. I bambini che mangiavano frutta, verdura, pesce e cereali integrali nei primi tre anni di vita ottenevano risultati scolastici migliori. Le migliori performance derivanti da una dieta sana non erano influenzate dalle condizioni economiche e dallo stato sociale dei bambini, né dall’attività fisica e dalla corporatura.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autrice