Costi della terapia per Epatite C: alla volta dell’India per spendere meno

Turismo sanitario: oltre 1.000 pazienti acquistano a costo ridotto il generico del Sovaldi in India

I costi della terapia per Epatite C sono davvero proibitivi per chi non ne ha accesso in modo gratuito; la terapia gratuita in Italia viene infatti erogata solo ai malati più gravi. Per i pazienti le cui condizioni non sono gravi le alternative sono poche, ed è proprio per questo che in molti valutano (e scelgono a tutti gli effetti) la possibilità di acquistare i farmaci per la cura dell’Epatite C all’estero.

Costi della terapia per Epatite C, Italia vs India

Si parla di circa 2-3 mila pazienti scoperti, che non possono accettare di peggiorare giorno dopo giorno mentre racimolano la somma necessaria per curarsi. Inoltre, il diffuso scetticismo nei confronti dell’intero sistema sanitario italiano non fa che incentivare i viaggi all’estero alla ricerca di farmaci che costano meno che in Italia. Molto gettonato è il mercato dei farmaci in India, i cui prezzi risultano accessibili a chi non può sostenere gli elevati costi della terapia per l’Epatite C.
L’associazione EpaC afferma che ad oggi si aggira attorno a 1.000 la stima delle persone partite dall’Italia per comprare all’estero l’equivalente del Sovaldi. Destinazione India o Egitto, per procurarsi la preziosa cura per l’Epatite C che in Italia costa almeno 40.000 euro.

Turismo sanitario: una tendenza in crescita

Questa tendenza a viaggiare all’estero per procurarsi farmaci ad un prezzo ridotto ha un nome ben preciso: si tratta del cosiddetto turismo sanitario, che spesso consiste in veri e propri viaggi organizzati. Con tanto di tour operator per malati, che offrono pacchetti comprensivi di alloggio e visita in ospedale.
L’acquisto su web è molto rischioso se si tratta di medicinali come il Sovaldi, infatti molti prodotti di questo genere vengono venduti illegalmente. Difficile trovare delle farmacie sicure online in cui acquistare un prodotto così delicato e costoso, con l’obbligo di prescrizione medica.
In un futuro prossimo si potrebbe allargare il bacino di pazienti che possono ricevere la terapia gratuitamente, grazie ad un accordo tra l’AIFA e i produttori. Eppure in molti continuano a preferire la strada del turismo sanitario in India, che ad ora è una tra le poche alternative per affrontare i duri costi della terapia per l’Epatite C.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autrice