AndroApp, ecco dove fare domande sulla sessualità maschile

Un’app gratuita semplice e interattiva, pensata per gli adolescenti che hanno difficoltà a confrontarsi con un andrologo in carne e ossa

Le domande sulla sessualità maschile possono sempre risultare ostiche, specie se a doverle fare è un soggetto in età adolescenziale. Ad entrare in gioco possono essere dei tabù più o meno espressi, ansie e paure di varia natura legate all’inesperienza.

Si chiama Amico Andrologo la campagna di sensibilizzazione sulla salute sessuale maschile rivolta a studenti maschi che frequentano le scuole secondarie. Da questa campagna è emerso che, se più del 40% delle ragazze adolescenti si è sottoposta ad una prima visita ginecologica, meno del 5% dei coetanei maschi ha fatto altrettanto.

La resistenza a parlare con serenità di certi temi legati alle sessualità maschile è soprattutto di natura culturale. Ciò può causare dei seri problemi soprattutto se la paura porta a tenere nascoste certe patologie che interessano l’apparato genitale: una diagnosi tardiva può comportare danni importanti alla salute maschile. Fertilità compresa.

Domande sulla sessualità maschile? AndroApp risponde

Per superare l’imbarazzo degli adolescenti è stata progettata un’app interamente dedicata alla salute sessuale maschile. L’idea è frutto della triplice collaborazione tra il Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università di Roma La Sapienza, la Siams (Società di Andrologia e Medicina della Sessualità) e la Fondazione Amico Andrologo.
AndroApp, questo il nome dell’applicazione, è studiata per rispondere a tutti i dubbi degli adolescenti sulla sessualità maschile. Tramite l’app si possono chiedere consigli su contraccettivi e su problemi strettamente legati alle dinamiche del rapporto sessuale; su AndroApp si possono ottenere tutte le informazioni sulle malattie sessualmente trasmissibili, sull’infertilità e le sue cause.

Un’applicazione alla portata di tutti gli adolescenti

AndroApp ha lo scopo di prevenire il diffondersi di problemi sessuali tra i giovani fornendo informazioni utili. Andrea Lenzi, presidente della Fondazione Amico Andrologo, sostiene che negli adolescenti molti degli atteggiamenti sbagliati nei confronti del sesso sono strettamente collegati ad una mancanza di educazione al riguardo.
AndroApp si propone come uno strumento molto utile e alla mano, infatti è scaricabile gratuitamente sui dispositivi Android e iOS. In più è anche facile da usare, soprattutto grazie alla presenza di giochi, questionari e altre funzioni interattive che stimolano all’informazione sulla salute sessuale maschile in modo leggero.

Grazie ad AndroApp le domande sul sesso potrebbero smettere di rappresentare un problema per gli adolescenti. Parlare di sessualità ai ragazzi tramite il linguaggio delle app significa comunicare con un linguaggio a loro familiare, aprire un nuovo canale di comunicazione per abbattere tabù e falsi miti. Via alle sperimentazioni!

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autrice