Influenza nei bambini, meno antibiotici e più aria aperta

Com’è la situazione relativa all’influenza nei bambini durante la stagione invernale 2016/2017? Si sta registrando un boom di bambini ammalati di influenza intestinale, a riferirlo è il professore ordinario di pediatria Italo Farnetani.
Su territorio italiano il numero di bambini ammalati ammonta a circa 1,1 milioni, di cui una buona percentuale con malattie legate allo stomaco. A spiccare tra le statistiche è infatti un dato che risulta raddoppiato rispetto all’anno scorso: i bambini italiani che hanno sofferto di vomito invernale quest’anno sono ben 300.000.
Ma le mamme e i papà italiani non devono spaventarsi, perché stiamo parlando di malattie virali che si confermano come tipiche della stagione invernale.

Come guarire l’influenza nei bambini?

Il dottor Farnetani sconsiglia caldamente l’uso di antibiotici e supposte, perché per questi virus gli antibiotici non solo potrebbero non essere efficaci, ma in casi come quello del paracetamolo in supposta potrebbero addirittura compromettere l’equilibrio intestinale.
E’ preferibile evitare le supposte, meglio che i bambini assumano i medicinali per via orale, quindi sotto forma di gocce e sciroppo. In caso di bambini con la tosse invece un rimedio evergreen sempre efficace è l’acqua, che svolge la funzione di mucolitico. Altra bevanda che fa bene in caso di influenza nei bambini è il classico latte caldo, un rimedio della nonna che funziona sempre.
Per guarire i bambini raffreddati si consiglia di far fare lavaggi con acqua salata , assieme a decongestionanti per il naso rigorosamente prescritti dal medico.
In caso di influenza intestinale è buona regola non forzarli a mangiare se non hanno appetito, in modo da non appesantire lo stomaco.

Giocare all’aria aperta anche se inverno

Tra i miti da sfatare sull’influenza nei bambini c’è quello secondo cui per non ammalarsi è necessario che stiano il più possibile in luoghi chiusi. Potrà forse sembrare controintuitivo dato che il raffreddamento porta tosse e raffreddore, eppure i bambini si ammalano di meno stando all’aria aperta, perché i virus si trasmettono molto più capillarmente in un luogo chiuso.
Il dottor Farnetani su questo punto è molto deciso: i bambini devono essere lasciati liberi di stare all’aria aperta anche in inverno, perché è al chiuso che si ammalano di più. Ben coperti, si intende.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autrice